Compagna di danza Nostoi

A Pisa, quella mattina di aprile, pioveva. Rinviare lo shooting sarebbe stato un problema per ragioni logistiche e di tempo: dovevamo organizzare il materiale per l’evento “In Deep Water”. Finché, intorno alle ore 10, il tempo inizia a cambiare: la parte migliore della mattina ormai è persa, ma in un’esterna bisogna metterlo in conto. Decidiamo con la pittrice Alessandra Parravicini e le ragazze della Compagnia di danza contemporanea Nostoi di tentare la fortuna e raggiungiamo il lido di Marina di Pisa. I costumi sono pronti, leggeri nonostante la temperatura non ancora pienamente primaverile. Le ragazze iniziano a provare e a scaldarsi, io preparo l’attrezzatura. La spiaggia è quasi tutta nostra, salvo una coppia di anziani seduta in silenzio su un tronco. Hanno una coperta sulle spalle, gli occhi innamorati dell’orizzonte, il resto è solo il ritorno delle onde e il rincorrersi dei bimbi di Alessandra.
All’inizio non scatto, mi limito a guardarle provare le figure, studiarne i movimenti, lenti, ci conosciamo da meno di un’ora. Passo lo sguardo da loro allo spazio circostante, e comincio a sfogliare via la maggiorparte delle possibilità che mi ero messo in tasca per adattarmi al soggetto e al contesto.
Il sole inizia a fare capolino tra le nubi, che si muovono spesse e pesanti, mandrie intirizzite. Spiego a Lucia, Federica, Elisa qual è il mio obiettivo e mi confronto con Giovanna, la loro coreografa. Le trovo carine e disponibili. Anche quando, dopo un attimo di comprensibile incertezza, non osano rifiutare di scendere nell’acqua, certamente fredda, quasi fino alle ginocchia. La luce mi aiuta e l’atmosfera diventa gioiosa: gli scatti che trovo più belli sono quelli in cui si lasciano andare al gioco come ragazzine.

 
_DSF7457-2
_DSF7494-2
NostoiNostoiNostoiNostoiNostoiNostoiNostoiNostoiNostoiNostoiNostoiNostoi

Event / Location

Pisa

Tags

Stories

Gear / Technique

Fujifilm X-Pro 1, Fujinon XF 35mm

Share

Share Button