Te se de Mombell!

A pochi km da Milano, nel mezzo della verde collina di Mombello che sorge nel centro di Limbiate, la Villa Pusterla – Crivelli ebbe numerosi ed illustri ospiti. Da Ferdinando IV a Napoleone, la cui sorella Paolina proprio qui, in un caldo giugno del 1797, maritò il generale Leclerc.
70 anni più tardi il quartier generale di Bonaparte, il cuore della Repubblica Cisalpina, si trasformò… in un ospedale psichiatrico. In pochi decenni divenne tra i più popolati d’Italia, con oltre tremila ospiti.

Ancora i nostri nonni usavano “Te se de Mumbell!”, in dialetto milanese, per canzonare una persona cui mancava qualche rotella.

Con il passare degli anni la Villa fu attorniata di nuovi edifici e ambulatori, per tirare via dalla strada e dalle famiglie le seguenti categorie: epilettici, paralitici, sudici, agitati, semiagitati. Quelli che se la passavano meglio, ma non certo da gran Signori, erano i cosiddetti “tranquilli”, che soggiornavano nella vecchia Villa napoleonica.

Nel 1997 la legge Basaglia determinò la chiusura degli istituti psichiatrici italiani. Questi edifici vennero abbandonati, e tali restano ancora oggi, con pavimenti cosparsi di radiografie ammuffite. Chi si avventura in questa quieta solitudine tra macerie polverose e vetri infranti, gli sembrerà di respirare nell’aria l’angoscia di migliaia di esistenze incomprese. Oggi è meta di fotografi, artisti e senzatetto.

 

limbiate_DSF6180

limbiate_DSF6487

limbiate_DSF6384

limbiate_DSF6386

limbiate_DSF6312

limbiate_DSF6277

limbiate_DSF6621

limbiate_DSF6246

limbiate_DSF6401

limbiate_DSF6235

limbiate_DSF6156

limbiate_DSF5949

limbiate_DSF6016

limbiate_DSF6145

limbiate_DSF6058

limbiate_DSF6131

limbiate_DSF6123

limbiate_DSF6072

Limbiate Mombello Ospedale Psichiatrico

limbiate_DSF6164

limbiate_DSF6120

limbiate_DSF6418

limbiateDSCF6930

Event / Location

Limbiate (Milan)

Tags

Stories

Gear / Technique

Fujifilm X-Pro 1 + Fujinon XF 35mm, 14mm

Share

Share Button